Royale' Creative

facebook twitter

Architettura

Maxxi: viaggio nello skyline della Cina contemporanea

Un'esposizione che riflette la fisionomia dei paesaggi urbani e architettonici degli ultimi dieci anni, presentando i progetti di artisti della nuova generazione cresciuti e maturati alla stessa velocitą del processo di sviluppo nazionale del Paese.
Redazione/GP - 12/08/2011
Titolo: Shao Weiping, 'Architecture Creation Studio' Phoenix International Media Center
La corsa della Cina verso il suo futuro non è soltanto economica. Negli ultimi anni, infatti, il paese del dragone rosso si è fatto notare soprattutto il suo nuovo volto urbano, un paesaggio di nuove architetture che segnano le nuove fisionomie della città, spazzando via pregiudizi e stereotipi per diventare una 'proposta assoluta' del nuovo vivere cittadino e delle sue proiezioni economiche e sociali.

La mostra 'Verso Est. Chinese Architectural Landscape', allestita al Maxxi di Roma e curata da uno dei nomi più illustri dell'architettura cinese, Fang Zhenning, si propone al pubblico come un vera e propria diventa antologia che prende forma in un'epoca cruciale. Come afferma il quotidiano britannico Financial Times, infatti, "nel 2010 la Cina ha investito oltre un trilione di dollari in nuove costruzioni, promuovendo e dando vita al boom immobiliare che l'ha trasformata in una superpotenza leader del settore". "Un fenomeno in crescita - scrive il quotidiano inglese - che continuerà ad ampliarsi, fino a quando, secondo alcune proiezioni economiche, nel 2020 sarà rappresentativo di un quinto delle costruzioni di spicco a livello mondiale".


[Wang Shu, Lu Wenyu 'The Amateur Architecture Studio' Xiangshan Campus, China Academy of Art, Xiangshan, Hangzhou, Zhejiang, China, 2004-2007. Fonte MAXXI]

Coprodotta dal Museo MAXXI di Roma con il National Art Museum of China, Pechino (Namoc) e la China International Exhibition Agency of China Arts and Entertainment Group, Pechino(CIEA/ CAEG), l'esposizione, che resterà aperta fino al 23 Ottobre 2011, si sviluppa intorno a 12 tematiche che sottolineano il ruolo dell'architettura cinese contemporanea nel panorama internazionale, tra le quali la Transizione urbana, il ruolo di Rem Koolhaas e la nuova corrente architettonica e l'architettura cinese emergente.  


[Il progetto del Terminal 3 dell'Aeroporto Internazionale Bao'an di Shenzhen progetatto da Massimiliano e Doriana Fuksas. Fonte: Studio Fuksas]

"Questa è la prima volta che una mostra sull'architettura contemporanea in Cina viene presentata all'estero in modo così esauriente - dice Fang Zenning - ed è un grande onore essere al MAXXI, in questo spazio che, anche tra gli architetti in cinesi, è riconosciuto tra i più rappresentativi, perché l'essenza stessa dell'architettura contemporanea è di stimolare la nostra immaginazione e creatività". 


[Il progetto di della monumentale sede della televisione nazionale cinese a Pechino progettato da Rem Koolhaas]

Il grande viaggio 'verso Est' si sviluppa attraverso 33 architetti e artisti e 40 progetti raccontati con modelli, animazioni, fotografie, grandi installazioni, video, grandi stampe digitali e pubblicazioni cartacee illustrano l'evoluzione dell'architettura cinese e i complessi processi di costruzione tra cui le grandi installazioni come 'Squarely Sphering', dell'architetto Wang Shu che evoca i metodi costruttivi tradizionali in zone umide o 'Xixi Club' di Qi Xin che presenta la creazione innovativa di edifici nascosti in un paesaggio paludoso.

Nel percorso i visitatori non troveranno per una precisa scelta del curator Zhenning e i macroscenari urbani costruiti per i Giochi Olimpici di Pechino, ma avranno la possibilità di vedere anche i progetti alcuni tra gli architetti internazionali che hanno segnato lo skyline della Cina con importanti realizzazioni, tra cui lo studio di Massimiliano e Doriana Fuksas, che hanno realizzato il Terminal 3 dell'Aeroporto Internazionale Bao'an di Shenzhen, Zaha Hadid, che ha firmato il progetto per un complesso polifunzionale a Pechino e Rem Koolhaas, che ha disegnato la monumentale sede della televisione nazionale cinese a Pechino.

Per coinvolgere il grande pubblico nella trasformazione del paesaggio urbano cinese, inoltre, la mostra offre l'utilizzo di dispositivi multimediali e programmi tecnologici che invitano il visitatore a confrontarsi in maniera interattiva con la trasformazione del paesaggio cinese e i temi affrontati nel percorso.

INFORMAZIONI
Titolo:
'Verso Est. Chinese Architectural Landscape'
Quando: 29 luglio - 23 ottobre 2011
Dove: Roma, Museo MAXXI, via Guido Reni 4 A
Orario: martedì- mercoledì - venerdì - domenica 11.00-19.00. Giovedì e sabato 11.00-22.00. Chiuso tutti i lunedì
Ingresso: intero €11. Ridotto €8 per gruppi da 15 a 25 persone e categorie convenzionate; giornalisti iscritti all'albo con tessera di riconoscimento valida; studenti universitari; €4 a studente (oltre i 14 anni) per gruppi classe (scuole secondarie di secondo grado) che acquistano le attività educative (escluso i festivi). Gratuito minori di 14 anni, disabili che necessitano di accompagnatore, accompagnatore del disabile, dipendenti del ministero per i Beni e le Attività Culturali, accompagnatori e guide turistiche Regione Lazio, 1 insegnante ogni 10 studenti, membri ICOM, soci AMACI, giornalisti accreditati, possessori della membership card del MAXXI
Sito web: Fondazione MAXXI


AVVISO: Il MAXXI B.A.S.E. resterà chiuso nel periodo estivo da martedì 9 a venerdì 26 agosto 2011

bullet hover email hover menu arrow