Royale' Creative

facebook twitter

Cronaca Arte

Parigi: Picasso e Matisse rubati dalla Galleria di arte moderna

Un colpo da 500 milioni di euro. Insieme a "il Piccione a pois" e "La pastorale" trafugate anche una tela di Modigliani ("Donna con ventaglio"), Braque e Leger. Il direttore del museo:"Da stupidi rubare quadri così che non possono essere venduti".
Redazione/GC - 20/05/2010
Titolo: 'Le pigeon aux petits pois', Pablo Picasso
Fonte: Immagine dal web
Un furto di opere d'arte degno di Arsenio Lupin. Cinque preziosissimi quadri sono stati trafugati nella notte dalla Galleria di arte moderna Georges Pompidou della capitale francese e i ladri volatilizzati nel buoi della notte con un bottino dal valore di 500milioni di euro.

Tra loro la 'Donna con ventaglio' di Amadeo Modigliani, 'Le pigeon aux petits pois' (il piccione a pois) di Pablo Picasso e 'La pastorale' di Henri Matisse. In tutto cinque capolavori che hanno segnato la storia dell'arte del inizio del novecento. Le opere erano tutte posizionate nella prima sala del Museo, quella dedicata al cubismo, con la sola eccezione di quella di Modigliani che era esposta tra i quadri dedicati alla scuola di Parigi. Tra le tele trafugate anche 'L'Olivier pres de l'Estaque' di Georges Braque e 'Natura morta con candelabri' di Fernand Leger.

'L'olivier près de l'Estaque' di George BraqueLa triste scoperta è stata fatta nelle prime ore della mattinata, quando i custodi del museo stavano per aprire le porte al pubblico. Una finestra rotta e un lucchetto tranciato però hanno immediatamente destato la loro attenzione e fatto presagire che durante la notte era successo qualcosa. Secondo gli investigatori che si stanno occupando del caso il furto sarebbe avvenuto pochi minuti prima dell'arrivo dei responsabili del museo.

Decisive le immagini di sorveglianza poste intorno alla struttura. In una registrazione delle telecamere infatti si vede una persona che si è introdotta nello stabile da una finestra. Una volta informata la polizia, che si è recata sul posto, è stata incaricata delle indagini e del ritrovamento dei cinque quadri la Brigata repressione del banditismo (Brb), specializzata in questo genere di furti.

'Natura morta con candelabri' di Fernand LegerNon è la prima volta che in Francia si verificano episodi di questo genere, con capolavori di grandi maestri nel centro del mirino. Nel dicembre scorso infatti era stato rubato un Degas dal Museo Cantini di Marsiglia, mentre a gennaio avevano preso il volo, da una proprietà di La Cadie're d'Azur nella regione di Var, una trentina di opere, tra le quali anche un Picasso.

"È stupido rubare quadri così - ha commentato amaramente Pierre Cornette de Saint-Cyr, commissario delle esposizioni del Palais de Tokyo, dove sorge il Museo d'Arte Moderna - si tratta di imbecilli e basta. Con quadri del genere non ci si può fare niente". "Tutti sono già al corrente, i siti Internet sono già pieni di notizie e immagini. Nessuno può pensare di vendere questi quadri, per questo dico che è stupido rubarli. A meno che non si voglia fare un ricatto alle assicurazioni. Ma io sono convinto che li ritroveremo. Con quadri del genere è così, è successo con 'L'Urlo' di Munch".

Rimane ora da capire perché non abbiano funzionato i sistemi di allarme e se i ladri avessero già visitato il museo per studiare la posizione delle opere, prese senza pensarci sopra due volte. Il valore crescente dei quadri di Piacsso, uno dei quali recentemente battuto in un'asta da record, può far gola a tanti. Di sicuro l'arte oggi si è risvegliata più povera. E non per i 500 milioni di euro del valore dei quadri, ma per la privazione di parigini e turisti di godere di capolavori del genere.

bullet hover email hover menu arrow