Royale' Creative

facebook twitter

Cronaca Arte

Tra trottole giganti e lune piovute dal cielo, apre a Roma la Galleria d'Arte Philobiblon

Inaugurato nel cuore dei Parioli un nuovo spazio polifunzionale che tra pochi giorni aprirà una seconda sede anche a New York. I direttori: "Un ponte d'oltreoceano per valorizzare e sponsorizzare il patrimonio artistico e la creatività italiana"
Francesca Nanni - 17/10/2013
Fonte: ©Gardini&Santangelo
Quattro trottole-poltrona giganti del designer inglese Thomas Heatherwick posizionate in uno splendido giardino a formare un quadrato. Sono loro a darci il benvenuto in una meravigliosa ed elegante villa dei primi anni del '900 nel cuore dei Parioli a Roma, che all'interno, come un prezioso scrigno, custodisce lo splendore della luna e le sue sfumature tradotte nelle opere dell'artista Paola Romano. È in questa raffinata e al contempo suggestiva cornice che si incastona la nuova sede italiana della Philobiblon House nelle sue tre declinazioni: libreria antiquaria, galleria d'arte e casa d'aste.

Inaugurata lo scorso 8 ottobre, la Philobiblon House è un progetto pensato e realizzato dall'antiquario Filippo Rotundo e dal direttore di case d'aste Matteo Ghirighini che, grazie alla  partnership con il gruppo inglese Dreweatts & Bloomsbury Auctions, omaggiano la Città eterna di un vero e proprio salotto artistico. Il nuovo spazio, che anticipa l'apertura della sede Philobiblon nell'Upper East Side a New York il prossimo 23 ottobre, sarà quindi dedicato all'esposizione di manoscritti antichi, monografie tematiche, testi a stampa e prime edizioni, ma anche all'allestimento di opere grafiche e pittoriche, di sculture così come di gioielli. Il tutto unito l'originaria e attuale vocazione antiquaria della struttura rivolta ai collezionisti.


[A sinistra il direttore di case d’aste Matteo Ghirighini, a destra l'antiquario Filippo Rotundo direttori della Philobiblon House. ©Foto Gardini&Santangelo] 

"Grazie al rapporto di franchising con lo storico marchio inglese Bloomsbury - hanno spiegato i titolari Rotundo e Ghirighini -  è nato il progetto Bloomsbury-Philobiblon Auctions, una Casa d'Aste nel cuore di Roma che si compone di con dipartimenti permanenti di libri, grafica e arte contemporanea". "Nella nuova sede - hanno proseguito - proponiamo, inoltre, un ricco e diversificato programma di incontri mensili, i 'valuation days', con esperti di vari dipartimenti inglesi per offrire ai nostri clienti la possibilità di inserire i loro oggetti nelle aste delle sedi in Inghilterra". "La Galleria Philobiblon - hanno sottolineano Rotundo e Ghirighini - nasce, invece, dalla voglia di aprire un salotto d'arte per il mercato italiano dove proporre mostre, eventi e singole opere di artisti giovani o storicizzati, ponendo l'accento sulla qualità artistica. Grazie alla sede americana di New York, vogliamo creare un ponte fra il mercato europeo e quello americano: un'ideale fusione di mercato, storia dell'arte ed entusiasmo di 'connoisseurs' e collezionisti". "Un polo recettore del fermento del mercato artistico d'oltreoceano - hanno aggiunto - per valorizzare e sponsorizzare il patrimonio artistico e la creatività italiana".


[Due testi antichi attualmente in esposizione. ©Michela De Nicola]

"Sono stati i tanti incontri con artisti italiani vivaci e talentuosi - hanno tenuto  a precisare i titolari - ad alimentare il desiderio di realizzare una nuova galleria nonostante le perplessità derivanti dall'attuale congiuntura del nostro Paese. Gli spazi di via Bertoloni si sono poi presentati quali concretizzazione del nostro immaginario". "Presso la sede dei Parioli - hanno poi concluso Rotundo e Ghirighini - si prosegue ovviamente l'attività libraria, offrendo, anche in Italia, i più preziosi e rari manoscritti, incunaboli, testi antichi che hanno reso celebre nel mondo il marchio Philobiblon".


[Da sinistra Matteo Ghirighini, Paola Romano e Filippo Rotundo. ©Foto Gardini&Santangelo]

LE LUNE PIOVUTE DAL CIELO DI PAOLA ROMANO
Ad inaugurare la Philobiblon House, la mostra personale 'Io, Paola Romano' della pittrice, scultrice e designer Paola Romano, nota al pubblico come 'l'Artista della Luna'. Proprio l'unico satellite naturale della Terra, infatti, è il tema ricorrente in gran parte delle sue opere che, negli ampi spazi espositivi della Philobiblon, sembrano attirare e rapire lo sguardo del visitatore per proiettarlo in una dimensione onirica, intima e riflessiva, a tratti sospesa. In mostra fino a fine novembre saranno visibili al pubblico una selezione di trenta opere della fortunata serie 'fasi lunari', ma anche le nuove creazioni dell'ultimo ciclo dette 'Drappi' (o 'Pezze', come le definisce la stessa artista, nrd). L'utilizzo di materiali diversi per ogni creazione, conferiscono alle stesse una bellezza quasi magnetica: bronzo, plexiglass e 'Drappi', appunto, evocano di fatto un mondo fantastico in cui l'immaginario del satellite terrestre si slega dalle tradizionali visioni romantiche per evolversi in una visione più intimistica in cui la luna, come afferma il critico d'arte Gabriele Boni, "assume il ruolo di madre silenziosa che veglia sull'anima".  

LINK
- Philobiblon House

bullet hover email hover menu arrow