Royale' Creative

facebook twitter

Fotografia

Da 'Cabbage' a 'Fogeys': a Modena il surrealismo pop di David Stewart

Dopo un'esposizione nel 2009 a Macerata insieme all'artista statuniteste Sandy Skoglund, torna in Italia una personale del fotografo pubblicitario inglese sempre alla ricerca di qualcosa di strano, di surreale, a tratti umoristico.
Aura De Luca - 21/03/2011
Fonte: David Stewart

"Inizialmente le mie foto colpiscono d'impatto, poi a stupirti davvero sono i dettagli. Chi guarda le mie foto deve sorridere, pensare o provare comunque un'emozione. Io non seguo trend fotografici, cerco di stare nel mio mondo e nel mio linguaggio visuale". 



Così, come il cavolo vegetale - 'Cabbage' nel termine inglese - è composto da tante foglie che rivelano aspetti e sfaccettature diverse di questo ortaggio, così le fotografie e il linguaggio scelto da David Stewart, fotografo pubblicitario inglese, rivelano scatto dopo scatto, aspetti sociali e fantastici di una realtà a tratti alterata, a tratti analizzata e reinterpretata.



All'arte visionaria in stile british di Stewart e alle sue stravaganti immagini che raccontano storie tra il surreale e l'ironico, la città di Modena dedica un'esposizione personale, curata dalla critica d'arte contemporanea e blogger Camilla Boemio, presso la Galleria Artema, dal 2 aprile al 29 maggio 2011. Un viaggio per immagini eclettiche, costruite in modo preciso come fossero parte di un film o di un racconto, utilizzando colori vivaci e corposi, un po' surreali, pop a tratti kitsch. Due i percorsi interpretativi di cui si compone la mostra: 'Cabbage', appunto, le cui immagini indagano il filone della fotografia surreale, e 'Fogeys', in italiano 'bacucchi', che dà il nome a una visione surreale e insolitamente spiritosa della vecchiaia.



Al contrario di altri autori più neutri, dunque, i personaggi di David Stewart svelano la sua identità e humor british, sia per la scelta degli interni delle abitazioni e degli ambienti in generale, sia per i caratteri dei personaggi, del loro modo di vestire e atteggiarsi. Un universo sempre alla ricerca di qualcosa di strano, di surreale, di umoristico.


[Fogeys, "Luncheon meet"]

"Il mondo fotografico di Stewart ha le sue radici nell’immaginario estetico del rock fine anni Sessanta – scrive ancora la Boemio - anni settanta dei suoi amici The Clash e The Ramones, i colori accesi, le atmosfere rarefatte ed intense, lo spiccato senso del ridicolo e dell'eccesso, un'estetica ammaliatrice ed originalità che ci fa ripercorrere la storia di un film musicale nel quale diventiamo anche noi protagonisti buffi ed eccentrici".


[Fogeys, "Hugh and chicken in profile"]

INFORMAZIONI
Titolo:
'Cabbage'
Quando: 2 aprile-29 maggio 2011
Dove: Modena, Artema Arte Moderna e Contemporanea, Corso Canalchiaro 34
Orario: venerdì e sabato 10.30-2:30 e 16:00-19:30. Domenica 10.30-12:30 e 17:00-19:00. Gli altri giorni su appuntamento
Ingresso: libero
Tel: 335.6140166
E-mail: info@spazioartema.com
Sito web: www.spazioartema.com / www.davidstewwwart.com

bullet hover email hover menu arrow