Royale' Creative

facebook twitter

Musei

Louvre, l'arte sbarca sul telefonino

L'ultima invenzione del museo parigino che permette di scaricare i propri capolavori su iPhone ed Mp3. In precedenza aveva sperimentato la strada del tridimensionale. Ora l'Unione Europea finanzia un progetto per il 3D.
Redazione/GC - 18/12/2009
Titolo: Homepage del museo del Louvre
Fonte: www.louvre.fr
Mettere l'arte a disposizione di tutti. È l'ultima frontiera che il Louvre, ma non solo, si propone di abbattere. Per questo il prestigioso museo parigino ha studiato tutta una serie di soluzioni per mostrare i suoi capolavori anche a chi non può, o non vuole, recarsi nella capitale francese. È nella tecnologia, infatti, che i capolavori di ieri e di oggi hanno trovato un prezioso alleato. Per la prima volta è stata infatti pensata un'applicazione che permetterà di visitare e osservare le opere contenute al Louvre direttamente dal proprio telefonino o dal lettore Mp3.

Foto ad alta risoluzione, video e spiegazioni sulle più importanti opere saranno disponibili gratuitamente per gli amanti dell'arte e per tutti i possessori di iPhone e iPod touch. Tra le varie sezioni  troviamo anche utili informazioni per i visitatori (mappa, orari, numeri utili), immagini delle più importanti sale, una serie di visite guidate. Si può addirittura creare una galleria personalizzata con le opere preferite. È una delle tante soluzioni che importanti musei stanno sperimentando per raggiungere il grande pubblico. Nel circuito di Formula Uno di Abu Dhabi, ad esempio, sono state aperte le prime succursali a livello mondiale del Louvre e del Guggenheim, per permettere a chi non interessa il mondo delle corse di passare qualche ora immerso nella cultura.

Da sempre il museo parigino è considerato come una delle esposizioni più all'avanguardia. Sul suo sito internet, inaugurato dieci anni fa, dall'inizio del 2009 è attiva una sezione tridimensionale che permette di godere di una vista inedita e privilegiata delle opere, comprese quelle che non si trovano al suo interno, come la sontuosa scalinata del Palazzo di Versailles.

Ed è proprio verso la dimensione 3D che il mondo dell’arte sembra proiettato. L'idea di un archivio digitale delle collezioni museali più importanti d'Europa è già stata lanciata e si spera possa vedere la luce al più presto. Dopo la sua realizzazione sarà possibile ruotare di 360° le opere rappresentate, in modo da ottenere una riproduzione perfetta, che tiene conto di colori, luci ed ombre in ogni sfaccettatura dell'oggetto in questione. Ciò consentirà agli studiosi, oltre che ai normali turisti, di avere a disposizione anche di manufatti non esposti nei musei, ma stipati nei magazzini, e visitare luoghi inaccessibili. 

Il progetto, 3D-COFORM, è stato fortemente voluto dall'Unione Europea, che ha stanziato quasi 8 milioni e mezzo di euro per la sua realizzazione. Riunisce 18 Paesi europei e nordafricani, coinvolgendo università, istituti di ricerca e organizzazioni per la tutela del patrimonio culturale. Tra queste spiccano il Victoria and Albert Museum di Londra, il Louvre di Parigi  e il Museo dei Fori Imperiali di Roma, tutte coordinate dall'Università inglese di Brighton. 

Tuttavia si tratta ancora di un progetto ancora in fase di definizione. "Siamo ancora lontani dal poter collegare in modo accurato i dati 3D tra i diversi oggetti!, ha affermato il dottor André Stork, dell'Istituto Fraunhofer di Darmstadt, in Germania, partner del consorzio 3D-COFORM. Quando tutto sarà operativo si potrà “inventariare, reperire e confrontare stilisticamente opere d'arte che appartengono alle collezioni museali di tutto il mondo. L'animazione tridimensionale degli oggetti d'arte permetterà di analizzarli da tutti i punti di vista, zoomando sui particolari".

Grazie alla tecnologia grafica computerizzata tridimensionale verrà scannerizzata, analizzata e riprodotta una quantità enorme di capolavori. Si potranno visitare i palazzi e i castelli più importanti o le chiese più belle, ma anche osservare da vicino antiche anfore romane o il David di Michelangelo. Tutto, senza muoversi da casa, a portata di mano. Anzi di mouse.
bullet hover email hover menu arrow